Baixar

Distância

13,76 km

Desnível positivo

569 m

Dificuldade técnica

Fácil

Desnível negativo

569 m

Elevação máx

1.214 m

Trailrank

83 5

Elevação min

758 m

Tipo de trilha

Circular

Hora

6 horas 53 minutos

Coordenadas

2880

Enviada em

12 de setembro de 2021

Registrada em

setembro 2021
  • Avaliação

     
  • Informações

     
  • Fácil de fazer

     
  • Paisagem

     
Compartilhar
-
-
1.214 m
758 m
13,76 km

Visualizado 94 vezes, baixado 4 vezes

perto de Spedaletto, Toscana (Italia)

Un facile percorso vario attraverso boschi molto estesi pratticamente senza presenza umana. I numerosi corsi d'acqua e le aree aperte con ginestre e felci rendono il percorso molto interessante.
Molto adatto per gli amanti della foresta. La caccia è vietata ovunque lungo il percorso. Quindi non saremo disturbati dai cacciatori e le probabilità di vedere gli animali selvatici sono probabilmente più alte: abbiamo visto otto cinghiali e un capriolo!

Si parte dal parcheggio nei pressi della Chiesa di San Bartolomeo a Spedaletto. Passiamo prima davanti alla chiesa e poi seguiamo le indicazioni per il cimitero. Costeggiamo il cimitero sulla destra e poi arriviamo alla SS64, che attraversiamo. Percorriamo solo 100 metri lungo l'asfalto e poi teniamo la sinistra su una strada sterrata. Iniziamo subito con una salita abbastanza ripida. Camminiamo su una strada sterrata di buona qualità quindi camminare è molto facile ma è necessaria una condizione fisica adeguata per farlo senza problemi. Nella prima parte attraversiamo subito un bellissimo bosco che è intersecato da ruscelli che di tanto in tanto sono così profondi da sembrare piccoli canyon. Da questa parte passiamo davanti a i ruderi di due antichi insediamenti: Bòlago di sotto e Bòlago di sopra. Oggi in questi luoghi rimangono solo cumuli di pietre. A Bòlago di sopra troviamo l'indicazione verso la fontana di Bòlago. È leggermente a sinistra del nostro percorso. Sono andato a dare un'occhiata ma mi sembra che in estate non ci sia nulla di interessante da vedere.
Nei pressi di Bòlago di sopra si attraversano alcune zone aperte ricche di ginestre e felci. Dev'essere bello passeggiare qui durante la fioritura delle ginestre (maggio). Sarà quindi completamente giallo e avrà un profumo meraviglioso. Ora era meravigliosamente verde (inizio settembre). Per un breve tratto il sentiero era un po' ricoperto di piante. Fortunatamente, a quanto pare, passa abbastanza gente da tenere aperto il percorso in modo che possiamo capire facilmente dove andare. Dal momento che camminiamo tra le cespuglie non sarà un piacere passare da queste parti se ha appena piovuto. Ma, come detto, è solo un breve tratto e non ci sono piante spinose. In compenso abbiamo sempre un bel panorama alla nostra destra.
Il paesaggio rimane grosso modo così finché dopo circa quattro chilometri dall'inizio arriviamo al CAI 167, dove raggiungiamo il punto più alto di questa passeggiata. Seguiamo questo percorso CAI per poche centinaia di metri e poi svoltiamo a destra. Iniziamo ora una discesa lunga, molto graduale ed estremamente facile.
Anche in questa discesa passiamo ogni tanto per spazi aperti con felci e ginestre, ma mentre salivamo principalmente attraverso faggete, ora passiamo anche per qualche abetaia. Quando ci guardiamo intorno vediamo abeti imponenti che sono incredibilmente diritti e torreggiano molto in alto sopra di noi.
Questa lunga discesa porta ad un sentiero che seguirà il torrente limentra di Sambuco. È lo stesso torrente che scorre davanti a Spedaletto. L'acqua che lo attraversa ci fa accompagnare da un piacevole mormorio mentre lo oltrepassiamo. Occasionalmente è possibile avvicinarsi all'acqua e dare un'occhiata al torrente stesso. Ad un certo punto ci sono anche alcune piccole cascatelle.
Il sentiero lungo il torrente è ancora molto facile quindi si cammina bene. Ma purtroppo tutte le cose belle finiscono e così questo sentiero finisce sulla SS64.
Con mia grande sorpresa, tutti percorsi che ho trovato pubblicato fino adesso in questo punto svoltano a destra verso Spedaletto. Questo significa camminare per poco meno di un chilometro lungo la strada principale! Mio percorso, al contrario, svolta a sinistra in questo punto. In questo modo possiamo rimanere sul lato sinistro della super strada e dopo un breve tratto svoltiamo a sinistra su una strada sterrata. Si arriva così alla Via Francesca della Sambuca che da qui a Spedaletto è una specie di sentiero natura. E così facendo nell'ultima parte attraversiamo un bel pezzo di bosco con molti ruscelli prima di tornare in paese.
Poco prima di ripassare davanti alla chiesa, incontriamo una specie di piazza del paese dove troviamo un ristorante, un punto acqua e un lavatoio.

Qualche dettaglio in più:
Il percorso è ideato in senso orario.
Tempo impiegato: totale = 6 ore e 53 minuti di cui in movimento = 4 ore 7 minuti
Presenza di tavoli picnic: assente
Presenza di acqua potabile: A Spedaletto vicino alla chiesa e al cimitero
Il percorso è facile dal punto di vista tecnico, ma la prima salita è abbastanza impegnativa, quindi è richiesta una condizione fisica adeguata. Ci sono anche dei sassi sulla strada in questa prima parte, quindi scarpe robuste sono un vantaggio. La maggior parte del percorso è all'ombra.
Presenza di segnavia bianco-rosso:
CAI 167: km 3,6 > 3,9
Via Francesca della Sambuca: km 12,7 > fine

Hai fatto il percorso e ti è piaciuto: lascia un feedback. Se hai solo guardato la descrizione e le foto e le hai trovato informative: lascia un applauso. Se hai avuto problemi: fai un commento e spiega la soluzione che hai trovato.
Ricorda che ci vuole molto meno tempo per scrivere un commento o una recensione che per creare e pubblicare un percorso! Ma solo cosi la informazione rimane aggiornata.
Local religioso

Chiesa di San Bartolomeo / Alla chiesa svoltare a sinistra e seguire le indicazioni per il cimitero

Fonte

Acqua / tenere destra sulla strada asfaltata (SS64) e poi quasi subito andare a sinistra su una strada sterrata.

Waypoint

Rudere Bòlago di sotto

Panorama

Rudere Bòlago di sopra / Panorama / percorso diritto, per fontana di Bòlago tenere sinistra

Waypoint

Fontana di Bòlago: in estate nulla da vedere

Panorama

Panorama

Waypoint

Spazio aperto con il sentiero un po' ricoperto di felci e ginestre (bisogna faticare un po' - se è bagnato sarà sgradevole)

Interseção

Tenere sinistra

Interseção

Tenere destra sul CAI 167

Interseção

Subito a destra / lasciare CAI 167

Interseção

Tenere sinistra

Árvore

Faggio secolare

Árvore

Abetaia

Interseção

A destra / ora cammineremo lungo il torrente limentra di Sambuco e ne avremo sempre una bella vista su di esso

Waypoint

Zona piccole cascatelle

Interseção

Tenere sinistra sulla strada asfaltata (SS64) e poi prima del tunnel tenere sinistra (in alto)

Interseção

Subito a destra sulla Via Francesca della Sambuca

Waypoint

Serie di Guadi - poi un ruscello anche sul sentiero

Fonte

Acqua potabile / piazza con Ristorante la Panzanella e lavatoio

1 comentário

  • Foto de Maria Giovanna

    Maria Giovanna 21 de out de 2021

    Eu fiz esta trilha  verificado  Ver mais

    Bello percorso a mio avviso da farsi in stagioni calde

Você pode ou esta trilha